Veneto, spiagge libere e accessibili a cani (e bambini!)

In Veneto, oltre ad alcuni stabilimenti balneari attrezzati per i vostri amici pelosi, ci sono anche bellissime spiagge libere dove potrete trascorrere splendide giornate al mare con figli e cani al seguito, senza quasi mettere mano al portafogli.
Vi aspettano morbide distese di sabbia dorata, talvolta impreziosite da dune selvagge, profumata macchia mediterranea e ombrose pinete alle spalle.

Spiaggia libera del Faro, Bibione

Siamo alla foce del fiume Tagliamento, che separa il Friuli-Venezia Giulia dal Veneto. Raggiungete la spiaggia del Faro in bicicletta, dalla ciclabile del Lido dei Pini che fiancheggia il mare. I parcheggi più vicini per chi arriva in macchina sono quelli di via Procione o di Piazzale Zenith.

Quest’estate la zona è stata riqualificata, con bagni, macchinette per il caffè, ma soprattutto con l’allestimento di una mostra sulla storia del faro e di chi vi ha lavorato. Con il progetto LuMe, la vita quotidiana dei guardiani del faro è raccontata da immagini delicate e filmati, con una piccola sezione dedicata anche ai bambini.

La spiaggia è selvaggia, con meravigliosa vista sulle dune e sull’area boschiva naturale, costituita in prevalenza da pini neri d’Austria e lecci.

Accesso: da via Procione
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: sì (bagni)

Bibione, spiaggia libera al faro.
Bibione, spiaggia libera al faro.

Spiaggia libera della Brussa, Caorle

La Spiaggia della Brussa fa parte dell’Oasi Naturalistica di Vallevecchia, ed è uno dei pochi tratti della costa nordorientale rimasti completamente naturali e non antropizzati. Circa quattro chilometri di spiaggia naturale e incontaminata, senza plastica, rifiuti, cementificazioni. Si raggiunge a piedi, attraversando la profumata pineta, dopo aver parcheggiato nel capiente parcheggio a pagamento (5 euro per tutto il giorno).
Qualche zanzara all’imbrunire, da tener lontana con un buon repellente.

Accesso: dalla strada provinciale Portogruaro Brussa, parcheggio Valle vecchia
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: no (bagni presenti al ristobar Battello Ebbro)

Caorle, spiaggia libera della Brussa.
Caorle, spiaggia libera della Brussa.

Spiaggia libera del Faro di Piave Vecchia, Jesolo

L’ampia spiaggia del Faro di Piave Vecchia (così chiamato perché prima dell’intervento della Serenissima, nel 1682, questa era la foce del Piave, mentre adesso è quella del Sile) è molto ampia, sempre perfettamente pulita e ben tenuta.

Accesso: da via Alberto da Giussano
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: sì, nei pressi del chiosco

Spiaggia libera al Cavallino Treporti

Il lungo litorale di Cavallino Tre Porti, con la spiaggia allo stato naturale, la pineta, profumata di tamerici e pino marittimo, le dune di sabbia dorata, le valli lagunari, con i minuscoli borghi di Lio Piccolo e Mesole alle spalle, è un territorio suggestivo, eppure meno frequentato rispetto alla popolare Jesolo beach.
La spiaggia libera è ampia e pulita… Arrivati al chiosco da Lorenzo (che fa ottime fritturine vista mare) guardando il mare, il tratto di spiaggia dedicato agli amici pelosetti è appena sulla sinistra.

Accesso: da via Berton
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: no (presenti però al chiosco)

Cavallino-Treporti, spiaggia libera.
Cavallino-Treporti, spiaggia libera.

Spiaggia libera a Punta Sabbioni

La spiaggia di Punta sabbioni si trova alla punta estrema del litorale di Cavallino-Treporti, adiacente alla bocca di porto del Lido, varco alla Laguna di Venezia.
Dall’accesso al mare n. 1, Lungomare Dante Alighieri, dove è presente un ampio parcheggio a pagamento, si prosegue a piedi.
Qui è consentita, cosa rara di questi tempi, anche la balneazione ai cani.

Potrete scegliere se percorrere l’ampia diga foranea fino al faro, o passeggiare sul litorale, costantemente mantenuto pulito. E in estate, con spiagge ovunque prese d’assalto, basterà camminare lungo la battigia e trovare il proprio lembo di sabbia. Senza sgomitare!
Se il caldo lo permette, fate una passeggiata tra le dune, dove fioriscono colorate orchidee selvatiche e nidificano il fratino, il cardellino l’upupa e il fringuello.

Accesso: Lungomare Dante Alighieri
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: no (presenti al chiosco)

Cavallino-Treporti, spiaggia di Punta Sabbioni.
Cavallino-Treporti, spiaggia di Punta Sabbioni.

Spiaggia libera ai Murazzi, Lido di Venezia

All’inizio dei murazzi, a sud della concessione Eurotel, è presente l’unico tratto di spiaggia libera ai Murazzi, con permesso di accesso e permanenza agli animali d’affezione.
Non è certamente la spiaggia libera più bella del Lido di Venezia, ma comunque piacevole e comoda se si viaggia con il cane.

In realtà lungo tutti i murazzi è tollerata la presenza degli amici pelosi, ma attenzione, la multa potrebbe comunque arrivare.
Godetevi una bella passeggiata lungo i murazzi: tra mare, massi e accumuli di sabbia e conchiglie, che iniziano a formare nuove giovani dune, i locali edificano pittoresche capanne con materiali di riciclo.
Alcune sono vere e proprie opere d’arte, e solitamente di libero accesso.
O almeno questa dovrebbe essere la filosofia, dato che si tratta di luogo pubblico

Accesso: da via Pigafetta
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: no

Spiaggia libera agli Alberoni e a San Nicoletto, Lido di Venezia

Per queste due bellissime spiagge, alle due estremità dell’isola, vi rimando all’articolo: Lido di Venezia, le spiagge più belle. Nonostante non siano dog friendy, negli infra settimanali sono frequenti le famiglie con bimbi e cani al seguito. Segnalo che a San Nicoletto è presente l’unico stabilimento balneare in cui i cani sono benvenuti.

Lido di Venezia, spiaggia del Faro Alberoni.
Lido di Venezia, spiaggia del Faro Alberoni.

Spiaggia libera di Ca’ Roman, Pellestrina

La Riserva naturale di Ca’ Roman è accessibile a piedi da Pellestrina (lungo il Murazzo) o in vaporetto (linea 11 ACTV, da Lido-Pellestrina e Chioggia).
Grazie al suo isolamento, conserva un ecosistema ancora integro, nonostante i recenti lavori per il Mose abbiano provocato la perdita di oltre tre ettari di habitat tutelato dalla Comunità Europea.

È situata su una delle più importanti rotte migratorie d’Italia e circa duecento specie avicole la utilizzano in autunno e primavera per riposarsi e sfamarsi prima di riprendere il viaggio.

L’anima selvaggia di Caroman vi conquisterà. Punteggiata qua e là dai bunker della Seconda Guerra Mondiale, è perfetta per trascorrere una giornata al mare con i vostri figli (a due e quattro zampe!) in assoluta pace, raccogliendo conchiglie colorate, respirando a pieni polmoni l’aerosol marino e, in estate, immergendosi nell’acqua cristallina.

Accesso: da Pellestrina
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: no

Spiaggia di Porto Caleri, a Rosolina mare

L’accesso ai cani all’oasi naturalistica di Porto Caleri è consentito a patto che restino costantemente al guinzaglio e non entrino in acqua.
La spiaggia di Porto Caleri è un sottile lembo di sabbia, formatasi tra la foce del fiume Adige ed il Po di Levante.
È raggiungibile attraversando la rigogliosa pineta, con un percorso caratterizzato da sentieri e passerelle di legno sopraelevate, che degrada verso le zone umide d’acqua dolce, le dune di sabbia e le zone umide d’acqua salmastra.
Sulla spiaggia non troverete ombrelloni e sdraio (vietati), ma tante singolari costruzioni in rami, trasportati dai due fiumi e depositati dal mare. Sono perfette per ripararsi dal sole nelle ore calde della giornata. Scovatene una libera o realizzate il vostro personale progetto! I bambini ne saranno entusiasti e daranno sfogo alla loro creatività.

Accesso: via della Boccavecchia
Accessibile ai cani:
Bagni e docce pubblici: no

Rosolina Mare, spiaggia di Porto Caleri.
Rosolina Mare, spiaggia di Porto Caleri. L’immagine è tratta dalla pagina FB dell’Ente Parco Regionale Veneto del Delta del Po.

Regolamentazione accesso dei cani sulle spiagge libere

Anche se ci troviamo in una spiaggia dove l’accesso ai nostri animali d’affezione è consentito, è importante osservare alcune semplici regole:

  • Libretto sanitario con tutte le vaccinazioni previste per legge.
  • Guinzaglio, antipulci e museruola pronta all’uso.
  • E naturalmente acqua, ombra a disposizione e raccolta delle deiezioni.

Scopri anche le passeggiate in Veneto con i bambini!


Teresa Scarselli
© 2021 DivertiViaggio | Tutti i diritti riservati
Resta in contatto: Facebook – Instagram – Linkedin

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *